venerdì 25 settembre 2015

"Caccia alle fate" di Kiersten White ∾ Recensione

Affascinata è rapita dalla simpatia travolgente del primo volume (Paranormalmente, trovate la recensione QUI), decido senza pensarci su due volte di catapultarmi in libreria ed acquistare il secondo capitolo di questa carinissima saga. A dir il vero non l'ho trovato così avvincente come il primo, sebbene le esilaranti avventure di Evie sono tutto fuorché normali e noiose. No, infatti non è tanto per questo, ma più per la mancanza di contenuti che nel primo libro ci hanno fatto innamorare. Che fine ha fatto Preston? E' praticamente inconsistente in questo romanzo.


CACCIA ALLE FATE (#2)


Serie: Paranormalmente #2 (Paranormalcy)
Autore: Kiersten White
Genere: Urban Fantasy, Young Adult, Avventura
Titolo originale: Supernaturally
Traduzione: Sara Reggiani
Editore: Giunti
Data di pubblicazione: 25 luglio 2012
Prezzo di copertina: 12.00 € libro/ 6,99 € ebook
Pagine: 432
Voto: ✪✪✪
½

Trama
È difficile avere una vita normale quando si ha il dono di riconoscere gli esseri sovrannaturali al primo sguardo. Ma Evie, dopo tante bizzarre avventure, vuole provare a vivere davvero come ogni ragazza della sua età. Questa nuova esperienza però si rivela da subito noiosissima e così, quando l’Agenzia Internazionale per il Contenimento del Paranormale le offre di tornare a lavorare, Evie coglie l’occasione al volo. Ma dopo una serie di missioni disastrose, non è più sicura di aver fatto la scelta giusta. A sciogliere ogni dubbio e a scombussolare il suo cuore tormentato arriva Reth, che riappare dal nulla in tutta la sua sfavillante bellezza fatata. Il suo ex, perfido e insidioso, è tornato per portarle devastanti rivelazioni sul suo passato e l’inquietante notizia di un’imminente battaglia fra le corti delle fate. Una guerra che può far precipitare nel caos l’intero mondo del sovrannaturale, e in cui Evie sembra avere un ruolo fondamentale: lei è davvero troppo speciale per essere normale.
La divertentissima trilogia iniziata con Paranormalmente continua con questo romanzo brillante, originale, romantico e pieno di colpi di scena. Impossibile non innamorarsene.



Recensione
________________________________________________________________________________


“Come avevo fatto a credere che la mia vita sarebbe stata più semplice fuori dal centro?”


Paranormalmente con la sua prorompente protagonista Evie, torna a far parlare di sé nel secondo capitolo della saga Paranormalcy: Caccia alle fate. Nome che non si addice del tutto se pensiamo che l’intera vicenda si svolge lontano dall’impetuoso e pericoloso mondo delle fate, solo negli ultimi capitoli ci si avvicina venendo poi a scoprire tanti particolari e retroscena sulla misteriosa vita della nostra cara Evie, che a quanto pare scopre di non appartenere a nessuna tipologia di creatura paranormale. La figlia del vuoto, la soprannominano le fate. Ma allora è proprio vero? La sua vita è stata solo frutto di un esperimento delle fate come crede lei, o c’è dell’altro?
Misteri, avventura, insicurezze. Sono tanti gli ingredienti che si mischiano in questo bel calderone, condito con un po’ di sana comicità. Inevitabile conoscendo la simpatia ed ironica autrice che ci propone attimi di spassosissime frecciatine tra i personaggi. Ovviamente senza farsi mancare quel pizzico di adrenalina che solamente una buona avventura può donarci.
Questa volta Evie si trova da subito alle prese con una creatura paranormale che si credeva fosse solamente una leggenda: una Silfide. Da subito capiamo che qualcuno sta tramando alle sue spalle ed essa immediatamente pensa sia tutta opera di quelle dannate fate che tanto la perseguitano. Ma c’è di più.
Preston ha iniziato il college e lei non smette di sognare un futuro insieme. Spedisce la fatidica lettera alla Georgetown e spera di terminare il prima possibile l’anno scolastico che sembra essere divenuto più pesante che mai per colpa degli snervanti rimproveri della sua odiata professoressa di educazione fisica, la signorina Lynn. Come se non bastasse ecco ritornare in scena l’AICP e Raquel, che sembrano passare dei brutti momenti per colpa di un dispettosissimo poltergeist. E se pensiamo che l’entrata in scena di Jack, un tipetto davvero curioso dai misteriosi poteri fatati, ci sembra poco, aspettate di leggere il finale. La verità, infatti, è un piatto che si consuma a piccole dosi, molto piccole, ma dal sapore amaro e dolce allo stesso tempo. Si scopriranno tante verità sconcertanti sul conto di Evie e della sua famiglia scomparsa, tante verità sul conto delle fate e sulle strane vicende che stanno attorniando la giovane ragazza. E poi chi è veramente Jack, che sembra nutrire dei profondi e vivaci interessi nei riguardi della nostra speciale protagonista?




_______________________________________

“Avrei fatto della mia vita quel che credevo giusto. Al diavolo Reth – sarei stata felice.
 Avrei conquistato la mia fetta di torta e me la sarei mangiata. O meglio, sarei stata normale
 e allo stesso paranormale. Ero speciale, perché fingere di non esserlo?”
_______________________________________




Kiersten White ci insegna che molto spesso le cose non sono come sembrano essere in realtà. Essa ci trasporta di una storia sicuramente molto carina e ben raccontata. Una narrativa in prima persona e al passato, che ci mostra cosa la protagonista ha pensato, ha vissuto e ha visto attraverso i suoi splendidi occhi magici che vedono cosa si nasconde sotto le mentite spoglie di creature paranormali. Il vero aspetto mostruoso di questi.
Senza ombra di dubbio, la scrittura semplice e dinamica dell’autrice ci permette una buona lettura di questo secondo volume della saga di Paranormalmente. Dopotutto, è anche per questo che un lettore sceglie di proseguire. Se poi viene accompagnato da una buona trama, tanto di cappello!
Un po’ meno coinvolgente è la scelta di mettere in secondo piano quei personaggi che ci avevano conquistato nel primo volume. Un esempio? La figura di Preston, il caro e attraente ragazzo di Evelyn, non sembra poi più così importante. Se ha un ruolo fondamentale nella storia, perchè decidere di lasciarlo da parte? Evie d’altro canto non sembra poi impegnarsi così a fondo nel mantenere i loro rapporti saldi. L’entrata in scena di Jack sembra sconquassare tutta la trama e i sentimenti di lei sono tanto confusi quanto i nostri, che assistiamo alle sue paturnie mentali, al suo grande desiderio di andare alla Georgetown, ai ricordi di quella amicizia con la sirena, la sua migliore amica, che Kiersten White assassina senza ritegno nel primo capitolo, un assassinio che porta il nome di Vivian. Pensavamo di avercela lasciata alle spalle, ma essa vive inevitabilmente dentro Evie e lei non può far a meno di provare dei sentimenti fraterni. Ma… perché? Una domanda che non riusciamo proprio a trovare risposta. Vivian uccide la tua migliore amica e tu la biasimi pure? Cara Kiersten White, mi sa che stavolta hai fatto un buco nell’acqua.
E’ infatti per colpa di questi particolari che la storia cala un po’ di attenzione.



Interessanti invece gli sviluppi di quei personaggi come Arianna, la vampira, che diviene effettivamente la nuova migliore amica di Evie, anche se lei ancora non se n’è accorta totalmente. Arianna è una di quelle persone che hanno un ruolo importante nella vita della protagonista. Altro personaggio che sicuramente ci piace è l’eccentrico e frizzante Jack. I suoi poteri misteriosi lo rendono tanto attraente quanto la sua folle capacità di mettersi nei guai. E’ principalmente attorno questo personaggio che la trama prende vita e ci regala tante avventure esilaranti e altrettante emozioni.
La cover non ha nulla da invidiare alla copertina originale americana. Mostra Evie in una delle scene del libro, il cielo rosso del mondo delle fate, un fulmine all’orizzonte per far comprendere il disagio legato alle insicurezze e alle paure della protagonista. Se non le disavventure che l’aspettano. Progetto grafico realizzato da Mayer George Vladimirovich.
E adesso rimane un’ultimissima cosa da fare: leggere Senza fine, volume conclusivo della saga.




VOTO: 3,5 stelle /su 5



           SAGA PARANORMALCY

                   1. Paranormalmente    (Paranormalcy)
                 2. Caccia alle fate    (Supernaturally)
3. Senza fine    (Endlessly)

__________________________________________________________________________________


L'autrice

Kiersten White è nata in Utah ma vive a San Diego col marito e i figli. Affascianata dal mondo dei teenager, estremamente spiritosa ed autoironica, l'autrice ha regalato ai lettori più giovani questo divertente romanzo paranormale. Paranormalmente è il primo romanzo di una trilogia. Decisamente comico questo è un libro dedicato ai giovanissimi. La pubblicazione del secondo episodio, dal titolo originale Supernaturally, è prevista per il 2012. Kiersten ha un blog interamente dedicato ai suoi libri ed è molto presente su Twitter.


2 commenti:

  1. Il primo e il secondo della serie mi sono piaciuti, mentre il terzo purtroppo secondo me perde un pò troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo vista la decadenza del secondo non so infatti se leggerò il terzo e ultimo volume. mmm. Grazie per avermi avvissato. Un abbraccione

      Elimina

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Consigliati


Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com